Una delle tante fortune legate al lavoro in campagna è quella di svolgere attività sempre diverse a seconda della stagione. Infatti, in ogni fase fenologica della pianta, l’agricoltore deve intervenire per agevolarne lo sviluppo o, relativamente alle necessità produttive, moderarlo per dirottare le energie vegetative verso il miglioramento qualitativo dell’uva. Perché gli interventi siano efficaci è necessario conoscere e rispettare le caratteristiche proprie di ogni varietà, valutando altresì l’esposizione del vigneto, il tipo di terreno e le peculiarità del vino che si vuole produrre. La stagionalità impone di effettuare puntualmente pratiche agricole a volte tradizionali a volte innovative, ma comunque sempre motivate dall’esperienza pratica e dall’aggiornamento tecnico-scientifico.